::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
LO STANDARD

Origini: Russia settentrionale e Siberia
Patrocinio: Paesi del Nord / NKU (Unione Allevatori Nordici)
Data di Pubblicazione del primo Standard valido: 22.07.1997
Impiego: Cane da slitta e da compagnia
Classificazione F.C.I.:Gruppo 5 - Cani tipo Spitz e tipo primitivo Sezione 1.2 - 
Cani nordici da slitta Senza prova lavoro.


BREVI CENNI STORICI: Il nome Samoiedo deriva dalle tribù dei Samoiedi originari della parte settentrionale della Russia e della Siberia. Nelle zone più a Sud venivano utilizzati cani bianchi, neri e marroni pezzati come cani da pastore per le renne; avevano un temperamento dolce e venivano usati come cani da caccia e da slitta. I cani dei Samoiedi vivevano a stretto contatto con i loro padroni, potevano persino dormire nei loro ricoveri e venivano usati come scaldini. Lo zoologo britannico Ernest Kilburn Scott ha passato tre mesi fra le tribù dei Samoiedi nel 1889. Tornando in Inghilterra ha portato con sé un cucciolo maschio dal pelo marrone con il nome di "Sabarka". Più tardi importò una femmina color crema chiamata "Whitey Petchora" dalla parte occidentale degli Urali ed un maschio bianco come la neve chiamato "Musti" dalla Siberia. Questi pochi cani e quelli portati dagli esploratori hanno formato la base per i cani Samoiedo occidentali. Il primo Standard è stato redatto in Inghilterra nel 1909.

ASPETTO GENERALE: Cane di taglia media, elegante, un tipico Spitz Artico. L'aspetto da un'impressione di potenza, resistenza, grazia, agilità, dignità e sicurezza di sé. L'espressione, il cosiddetto "sorriso del Samoiedo", è costituito dalla combinazione della forma e della posizione degli occhi unitamente alla commessura labiale leggermente curvata verso l'alto. La differenza fra i due sessi deve essere chiaramente visibile.
PRINCIPALI PROPORZIONI: La lunghezza del tronco deve essere approssimativamente 5% maggiore dell'altezza al garrese. La profondità del tronco è leggermente inferiore alla metà dell'altezza al garrese. Il muso è quasi lungo come il cranio.
COMPORTAMENTO E TEMPERAMENTO: Amichevole, aperto, sveglio e vivace. L'istinto di caccia è lieve. Mai timido né aggressivo. Molto socievole e non può essere utilizzato come cane da guardia.
TESTA: Forte e a forma di cuneo.
REGIONE DEL CRANIO: Visto di fronte e di profilo solo leggermente convesso. Più largo fra le orecchie.
Stop: Definito chiaramente ma non troppo pronunciato. Solco fra gli occhi leggermente visibile.
REGIONE FACCIALE:
Naso (Tartufo): Ben sviluppato, di preferenza nero. Durante alcuni periodi dell'anno la pigmentazione del naso può affievolirsi fino a presentare il cosiddetto "naso invernale"; tuttavia ai bordi del naso stesso devono sempre rimanere presenti tracce di pigmentazione nera.
Muso: Forte e profondo, grossomodo lungo quanto il cranio, che si assottiglia verso il naso, non deve essere né appuntito, né grossolano o squadrato. La canna nasale è rettilinea.
Labbra: Labbra chiuse, nere e piuttosto spesse. Gli angoli della bocca sono leggermente curvati a formare il caratteristico "sorriso del Samoiedo."
Mascelle/Denti/Chiusura: Regolare e completa chiusura a forbice. I denti e le mascelle sono forti. Dentatura normale.
Occhi: di colore marrone scuro, ben collocati nelle orbite, posizionati piuttosto larghi, leggermente obliqui ed a mandorla. L'espressione è del tipo "sorridente", sveglia e intelligente. Le rime palpebrali sono nere.
Orecchie: Erette, piuttosto piccole, spesse, triangolari e con le punte leggermente arrotondate. Dovrebbero essere mobili, collocate alte e, a causa del cranio largo, ben distanziate.
Collo: Forte e di lunghezza media con portamento fiero.
Tronco: Leggermente più lungo dell'altezza al garrese, profondo e compatto ma agile.
Garrese: Definito chiaramente.
Dorso: Di lunghezza media, muscoloso e diritto, nelle femmine leggermente più lungo che nei maschi.
Lombi: Corti, molto forti e delineati. Groppa: Piena, forte e muscolosa e leggermente inclinata.
Torace: Ampio, profondo e lungo, raggiunge quasi i gomiti. Le costole sono ben cerchiate.
Profilo inferiore: Ventre moderatamente retratto.
CODA: Inserita piuttosto alta. Quando il cane è in attenzione ed in movimento, la coda viene portata in avanti sopra il dorso oppure di lato, piegata a partire dall'attaccatura, ma può essere portata pendente a riposo, in quel caso raggiunge i garretti.
ARTI:
ARTI ANTERIORI: Aspetto generale: ben piazzati e muscolosi con ossatura forte. Visti di fronte devono essere diritti e paralleli.
Spalla: Lunga, ben attaccata ed obliqua.
Braccio superiore: Obliquo e ben aderente al corpo. Di lunghezza grossomodo uguale alla spalla.
Gomiti: Aderenti al corpo.
Carpi: Forti ma flessibili.
Metacarpi (pasturali): Leggermente obliqui.
Piedi: Ovali con dita lunghe, elastiche e rivolte dritto in avanti. Le dita sono arcuate e non troppo unite. Cuscinetti elastici.
ARTI POSTERIORI: Aspetto generale: Visti da dietro diritti e paralleli con muscoli molto forti.
Coscia superiore: Di lunghezza media, piuttosto larga e muscolosa.
Grassella: Ben angolata.
Garretti: Piuttosto bassi e ben angolati.
Metatarsi: Corti, forti, verticali e paralleli.
Piedi: Come i piedi anteriori. Gli speroni devono essere asportati.
ANDATURA: Possente, libera e in apparenza priva di sforzo con passi lunghi. Buon allungo degli arti anteriori e buona propulsione degli arti posteriori.
MANTELLO:
PELO: Mantello polare abbondante, folto, elastico e fitto. Il Samoiedo è un cane con pelo doppio, ovvero con sottopelo corto, morbido e fitto ed un pelo di copertura più lungo, più duro e diritto. Il mantello deve formare un collare intorno al collo ed alle spalle incorniciando la testa, specie nei maschi. Sulla testa e sulla parte anteriore degli arti, il pelo è corto e morbido; sulla parte esterna delle orecchie è corto, ritto e morbido; la parte interna deve essere ben guarnita di pelo. Sulla parte posteriore delle cosce il pelo forma i cosiddetti pantaloni. Ci dovrebbe essere una crescita di pelo protettivo fra le dita. La coda deve essere abbondantemente coperta di pelo. Il mantello delle femmine è sovente più corto e più morbido nella tessitura di quello dei maschi. La giusta tessitura del mantello prevede che presenti sempre dei particolari riflessi luccicanti.
COLORE: Bianco puro, crema o bianco e biscotto. (Il colore di base deve essere bianco con poche tracce color biscotto). Non deve mai dare l'impressione di essere marrone chiaro.
ALTEZZA: Altezza al garrese: Altezza ideale: maschi 57 cm con una tolleranza di + - 3 cm, femmine 53 cm con una tolleranza di + - 3 cm.
DIFETTI: Qualsiasi deviazione dai punti precedentemente descritti dovrà essere considerata come un difetto e la gravità con la quale il difetto dovrà essere giudicato, sarà in proporzione al suo grado. Difetti visibili della struttura. Ossatura leggera. Maschi non mascolini e femmine non femminili. Dentatura con chiusura a tenaglia. Occhi gialli. Orecchie molli. Torace a botte. Coda a doppio uncino. Basso sugli arti. Arti fortemente arcuati o vaccini. Mantello completamente ondulato o corto, lungo, molle o cadente. Carattere freddo e distaccato.
DIFETTI GRAVI: Zone delle rime palpebrali o delle labbra chiaramente depigmentate.
DIFETTI DA SQUALIFICA:Occhi blu o eterocromi. Enognatismo o prognatismo. Orecchie non erette. Colore del mantello diverso da quanto previsto dallo standard. Temperamento pauroso o aggressivo.
N.B. I maschi devono avere due testicoli all'apparenza normali, completamenti discesi nello scroto.
 

 
 
 
 
 
 
 

Website created by Isabella Milani - - Copyright © 2005-2008 - Samoyed's World - All rights reserved